Area Stampa

/Area Stampa
Area Stampa 2017-01-03T13:03:14+00:00

Comunicati stampa

I PRIMI D’ITALIA 2016: i numeri della XVIII° edizione 2017-01-03T13:03:14+00:00

Si chiude il sipario sulla kermesse nazionale del gusto; parla il Presidente Aldo Amoni

Dopo una quattro giorni ricca di eventi, il Festival Nazionale de I Primi d’Italia tira le somme di questa speciale XVIII° edizione. Sono state giornate golose, formative e divertenti con mostre-mercato, villaggi del gusto, corsi di cucina, cooking show, seminari, laboratori e intrattenimento per grandi e bambini, il tutto appositamente confezionato per stuzzicare mente e palato con nuovi sapori, alla scoperta delle migliori produzioni ed eccellenze del made-in-Italy.

Sulle note di “Primo, Amore” la sigla ufficiale del festival 2016, lanciata all’inaugurazione della kermesse, le giornate più golose d’Italia sono volate, merito delle tante attività che hanno saputo intrattenere, divertire e formare i moltissimi visitatori che hanno raggiunto Foligno da tutta Italia. Il nuovo jingle della kermesse, sorpresa del Presidente Amoni alla città ospitante, ai visitatori e al suo stesso staff, racchiude lo spirito dell’evento che ha trovato nel centro del mondo, Foligno, la perfetta location per parlare del tesoro d’Italia, la pasta, tra tradizione e passione… il nostro primo d’amore, per l’appunto.

L’edizione 2016 si avvia a determinare un nuovo successo – commenta compiaciuto il Presidente di Epta Confcommercio, Aldo Amoni – Abbiamo registrato un incremento di presenze pari al 30% rispetto al 2015; posso pertanto esprimere una piena soddisfazione a nome della Confcommercio regionale e degli organizzatori. Ci sentiamo di aver centrato l’obiettivo della comunicazione, attraverso i canali social e grazie al massiccio acquisto di grandi manifesti in tutta Italia, compresi alcuni spazi nell’autostrada del Sole che, indubbiamente, hanno funzionato. Per il 2017 abbiamo già diverse conferme e alcune new entry per l’area pastifici; con nuove aziende che, avendo visitato i Primi d’Italia in questa edizione, hanno preso contatti per il prossimo settembre.” 

Tirando le somme dunque anche quest’anno I Primi d’Italia è cresciuto nei numeri e nella qualità: oltre 380 i piccoli Chef impegnati nel formatI Primi d’Italia Junior”, promosso e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, in collaborazione con UDS e F.I.D.A., il goloso percorso del festival tra creatività e conoscenza. Boom di presenze per il gradito ritorno di “A tavola con le Stelle”, con oltre 400 gourmet che hanno potuto degustare le ricette dei migliori stellati della penisola, ammirando in prima persona le Stelle Michelin all’opera: Chef Mauro Uliassi, Chef Gianfranco Vissani, Chef Emanuele Mazzella e Chef Riccardo Agostini.

Grandi numeri anche per le Food Experience, perfetto binomio tra sapere e sapore, con oltre 450 buongustai chiamati all’assaggio. Successo per i 13 Villaggi del Gusto tra pasta fresca e gluten free, riso e polenta, tipicità ed eccellenza, amatriciana e solidarietà; bene anche per le 9 mostre-mercato tra cui la Boutique della Pasta, con esposizione e vendita dei migliori 30 pastifici artigianali d’Italia.

I Primi d’Italia 2016: l’edizione della maturità e della solidarietà; grazie al Villaggio Amatrice, con parte dell’incasso devoluto in beneficienza alla città di Amatrice e ai suoi abitanti, il commosso contributo di Anna Moroni con “La mia Amatriciana” e le tante attività benefiche messe in atto nell’arco del Festival, tra cui la partecipazione straordinaria degli Chef Gianfranco Vissani, Fabrizio Rivaroli ed Elisabetta Brogi alla serata di gala presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito di Foligno di sabato 01 ottobre, il cui scopo è stato quello di raccogliere fondi da donare ai bambini e ai ragazzi provenienti dai territori di guerra che Caritas sta accogliendo in Grecia e da destinare, in parte, alle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma dello scorso 24 agosto.

Apprezzatissimi infine gli spettacoli sul palco del Festival, che hanno riempito le piazze non solo nel weekend e nonostante qualche goccia d’acqua; massiccia partecipazione anche per la Mezza Maratona – Città di Foligno by Atletica Winner, che quest’anno ha stracciato il record delle presenze 2015 e avuto come pace maker d’eccezione Leonardo Cenci. La Maratona è stata vinta da Kanda Jonathan Kosgei che è ha percorso i 21,097 km della corsa con un tempo di 01:06:21, aggiudicandosi il primo posto per un solo secondo rispetto Tiongik Paul; ma sul palco de I Primi d’Italia è stato incoronato anche un altro vincitore: Leonardo Petre, che con la favola “L’orso goloso”, ha vinto il primo premio del contest “Le favole di Nonno Nanni” sponsorizzato dall’omonima azienda. Una storia da creare in famiglia, un’occasione di dialogo e creatività per stimolare l’originalità e lo spirito artistico nei più piccoli: questa la mission del contest che ha voluto premiare proprio la fantasia di un piccolo umbro.

CONVEGNO “DIRITTO AL CIBO E SPRECO ALIMENTARE” 2016-09-29T17:25:03+00:00

Venerdì 30 settembre ore 9.00
c/o FELCOS Umbria
Ex Teatro Piermarini, Piazza Piermarini 2, Foligno

Si svolgerà venerdì 30 settembre dalle ore 9:00 alle ore 13:00 presso la sede FELCOS Umbria (Ex Teatro Piermarini), il Convegno “Diritto al cibo e spreco alimentare” che il Comune di Foligno, FELCOS Umbria ed Epta Confcommercio organizzano in occasione della XVIII° edizione della manifestazione nazionale “I Primi d’Italia”, nell’ambito del progetto europeo “DON’T WASTE OUR FUTURE!”.

Il Convegno, al quale parteciperanno esperti di educazione alimentare, rappresentanti dei consumatori, esponenti del mondo della grande distribuzione e organizzazioni della società civile, sarà l’occasione per dibattere sulle fondamentali tematiche del diritto al cibo e dello spreco alimentare, inserite lo scorso anno tra gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e alla base del progetto europeo “DON’T WASTE OUR FUTURE!”, che FELCOS e il Comune di Foligno promuovono in collaborazione con 9 partner internazionali.

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Foligno Nando Mismetti, della Vice Presidente di FELCOS Umbria Silvia Stancati, e del Presidente Epta Confcommercio Aldo Amoni, il convegno si svilupperà in due sessioni.

Nella prima si approfondirà “Il ruolo della distribuzione nella lotta e prevenzione del fenomeno dello spreco alimentare” a partire da una relazione del Prof. Luca Falasconi – Cofondatore del Last Minute Market – ricercatore Dipartimento Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari Università di Bologna.

Seguiranno gli interventi:

“I mercati agro-alimentari all’ingrosso nella prevenzione dello spreco”
Dr. Pietro Cernigliaro – Presidente ANDMI Associazione Nazionale Direttori Mercati Ingrosso

“Il ruolo delle etichette per prevenire lo spreco alimentare”
Dr. Alessandro Petruzzi – Presidente CD Nazionale Federconsumatori

“L’impegno della Grande Distribuzione Organizzata contro lo spreco”
Dr. Marco Bellucci – Coordinatore Area Politico Sociale di Coop Centro Italia

“Le opportunità offerte dalla tecnologia E.M. (Effective Microorganisms)”
Dr. Vanni Ficola – Consulente ufficiale per la tecnologia E.M. in Italia

La seconda parte sarà introdotta da una relazione su “Nutrimento intelligente e salute”, della Dott.ssa Lucilla Titta Ricercatrice, nutrizionista, coordinatrice del progetto SmartFood dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano.

Seguiranno due interventi di approfondimento:

“Dieta Mediterranea ed educazione alimentare”
D.ssa Graziella Frenquellucci del Kiwanis Club;

“Cibo, salute, ambiente, economia: il futuro possibile delle comunità”
D.ssa Annarita Cosso, Rappresentante Forum Cibo, Salute, Ambiente, Economia
Vice Presidente Nazionale Cittadinanza Attiva

Moderazione a cura di M. Pia Fanciulli- “Fondazione Barbanera 1762 ”- Giornalista.

I PRIMI D’ITALIA È PER TUTTI 2017-01-03T13:03:14+00:00

PER BAMBINI, NONNI E PER CHI SOFFRE DI INTOLLERANZE ALIMENTARI

I Primi d’Italia si conferma il festival nazionale del gusto, della convivialità, dello stare insieme e della famiglia; non solo food ma anche tante attività adatte ad ogni età. Quest’anno grandi novità per la sessione baby del Festival nazionale dei primi piatti, che dal 29 settembre al 02 ottobre, riempirà le strade, i vicoli e le piazze della bella Foligno.

Presso il Chiostro San Domenico, promosso e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno ed in collaborazione con Università dei Sapori e F.I.D.A., I Primi d’Italia Junior sempre ad ingresso libero; un percorso tra gioco e didattica per scoprire i principi di una sana e corretta alimentazione. Un piccolo pastificio dove sentirsi mastri pastai per un giorno, imparando la preparazione di tagliatelle, gnocchi e pasta colorata. Si conferma vincente il format della sezione formato bimbo del Festival, che oltre alla piramide alimentare e alla corretta alimentazione, propone attività di manipolazione ingredienti come acqua, farina, uova e verdure per la creazione di primi piatti a tema; un gioco creativo per liberare l’immaginazione e dargli forma concreta, un’attività utile e piacevole per sensibilizzare la motilità fine delle mani e delle dita, propedeutica alla scrittura ma anche a tutte le altre competenze che prevedono l’uso delle mani. Per i genitori, incontri e lezioni interattive con esperti, corsi gratuiti di disostruzione pediatrica e tavole rotonde con educatori e consulenti in tema di aspetti pedagogici e nutrizionali.

In questa speciale XVIII° edizione, largo ai bambini e alla famiglia con sessioni ed attività da fare insieme per festeggiare la Festa Nazionale dei Nonni (domenica 02 ottobre): il contest “Le favole di Nonno Nanni”, un’attività creativa per disegnare e inventare insieme la propria favola; in palio I Primi d’Italia Junior per i bambini e la Food Experience “Il sapore delle cose fatte come una volta” per gli adulti a cura di Nonno Nanni (Santa Caterina, domenica 02 ottobre ore 20:00), oltre alla possibilità di vivere il Festival da protagonista. Infine “Bon Ton Kids” – Le buone maniere a tavola per più piccoli a cura di Ambra Cenci (Largo Carducci domenica 02 ottobre ore 18:00), per imparare come comportarsi alla tavola dei grandi.

I Primi d’Italia si conferma dunque una kermesse adatta a tutti, dai junior ai senior, passando per chi soffre di intolleranze alimentari, perché in cucina non esistono confini; l’incidenza dell’intolleranza al glutine in Italia si stima in un soggetto ogni 100 persone, con un incremento annuo di circa il 10%, implicando un forte impegno di educazione alimentare ma soprattutto un’adeguata preparazione e conoscenza del fenomeno, per adottare adeguati accorgimenti e vivere l’intolleranza, con tranquillità, senza stravolgere la propria quotidianità. Anche in questa edizione proposte e Villaggi dedicati a chi soffre di intolleranze alimentari o desidera semplicemente mangiare sano con gusto: Villaggio Gluten Free e Villaggio della Polenta (Taverna Pugilli) e Villaggio del Riso (Taverna Badia), per non rinunciare ai piaceri della buona tavola.

Presso la Taverna del Rione Pugilli infine, Afam spa Foligno organizza interessanti incontri a tema salute e benessere:

“Nutrirsi di salute” con il Dr Gianluca Savarese; “Diabete: la salute vien mangiando…sano!” con la Dott.ssa Di Loreto Chiara; “Fragilità ossea: efficacia alimentare, valutazione multidimensionale geriatrica” con il patrocinio dell’Assessorato regionale sanità Umbria, Università degli studi Perugia a cura della Dott.ssa Carmelinda Ruggiero e dell’Assessore alla  Sanità Regione Umbria Dr Luca Barberini; “L’associazione italiana celiachia: un punto di riferimento” con Samuele Rossi; “Celiachia e Gluten Sensitivity” con la Dott.ssa Rita Cozzali  e “Mangiare bene senza glutine” a cura della Dott.ssa Valentina Ricci.

MEZZA MARATONA 2017-01-03T13:03:14+00:00

Città di Foligno, con “I Primi d’Italia” verso il record di presenze
A Leonardo Cenci dell’associazione Avanti Tutta il ruolo di “Pace Maker”
Da giovedì 29 aperto il Villaggio dello Sport
Ai corridori le “stesse” medaglie della Maratona di New York

Nonostante la sua tenere età, la Mezza Maratona – Città di Foligno, organizzata dall’Atletica Winner e arrivata alla sua terza edizione, si prepara a un pieno di corridori e di pubblico. Sono circa 750 gli atleti già iscritti a due settimane dall’evento che si terrà domenica 2 ottobre e, con tutta probabilità, il record di presenze dello scorso anno (900 atleti) sarà superato.

Come nel 2015, anche quest’anno la corsa sposa la manifestazione “I Primi d’Italia”, il primo e unico “Festival Nazionale dei Primi Piatti”. La manifestazione coinvolgerà l’intero centro storico di Foligno per quattro giorni e vedrà la presenza di alcuni tra i più grandi chef italiani. L’abbinamento dei due eventi è risultato vincente portando a Foligno un gran numero di turisti enogastronomici e sportivi.

La Mezza Maratona di Città di Foligno sarà anche l’occasione per rinsaldare una duratura amicizia con l’associazione “Avanti Tutta” di Leonardo Cenci, onlus nata per dare dignità ai malati di cancro e per promuovere la pratica sportiva nei protocolli di terapia contro il tumore. “Sappiamo tutti che Leonardo – ha detto Gian Luca Mazzocchio, presidente dell’Atletica Winner – è una persona straordinaria. Abbiamo deciso di rendere attiva e divertente la sua presenza”. A Leonardo Cenci sarà affidato il ruolo di “Pace Maker”, l’assistente di gara con il compito di mantenere un ritmo prestabilito durante la gara. “Leonardo avrà il compito di correre con una media di 6 minuti al chilometro. Comunque – ha continuato Mazzocchio – tutti “Pace Maker” presenti durante la corsa saranno griffati con abbigliamento dell’associazione Avanti Tutta”.

La Mezza Maratona – Città di Foligno sarà animata anche dal “Villaggio dello Sport” che l’Atletica Winner allestirà da giovedì 29 in Piazza Garibaldi. Nei tre giorni che precederanno la corsa, il villaggio diventerà il centro nevralgico delle attività sportive dell’associazione. Al Villaggio si terranno gli allenamenti dei bambini e sarà possibile svolgere attività fisica tutto il giorno (con sezioni di stretching o pilates dedicate ai podisti). Sabato 1 ottobre, poi, alle ore 11, si terrà un seminario organizzato con l’associazione Dedi-Care della dott.ssa Marta Franci, con al centro il tema del rapporto genitori-figli negli sport agonistici. In due ore si daranno consigli utili e pratici su come comportarsi con i propri figli che praticano sport.

Infine, una piccola novità. Ai partecipanti della Mezza Maratona sarà data una medaglia fabbricata dalla stessa azienda della Maratona di New York.

I PRIMI D’ITALIA: ANTEPRIMA ROMANA 2017-01-03T13:03:14+00:00

Roma: capitale d’Italia e del gusto

Si è tenuta a Roma nella serata di ieri, martedì 20 settembre, la conferenza stampa nazionale della XVIII° edizione de I Primi d’Italia (Foligno, 29 settembre-02 ottobre); una gustosa anteprima piuttosto che una semplice conferenza.

Tutti a tavola: relatori, chef, giornalisti, tv, aziende e sponsor per degustare un’aperipasta d’autore, elaborata per l’occasione dallo Chef Giuseppe Claudio Fruci del Ristobar del Fico. Bella la location, interessanti gli interventi, ottima la pasta, un’amatriciana visto il momento, la vicinanza del Festival alla cittadina laziale di Amatrice e come perfetta anteprima del Villaggio Amatriciana, uno dei tanti Villaggi del Gusto dell’edizione 2016 de I Primi d’Italia.

Apre le danze, con i consueti saluti istituzionali, il Presidente di Epta Confcommercio Aldo Amoni, decisamente emozionato per la special edition dei diciottanni; il commosso ricordo di Roberto Prosperi, ex Presidente Epta Confcommercio, la promessa di una grande sorpresa che neppure il suo staff conosce per celebrare la maturità della kermesse, così inizia e termina l’intervento del Presidente Amoni: “Quando nostro figlio compie diciotto anni è una gran festa, degna di essere celebrata in grande stile; così abbiamo voluto l’edizione 2016 del Festival, ricca e sorprendente, vissuta insieme a grandi Chef, celebri personaggi e tutte le aziende che ci hanno fatto diventare grandi”.

I saluti in diretta di Mara Venier, ospite d’eccezione de I Primi d’Italia 2016, il divertente battibecco tra Chef Vissani e Anna Moroni, arrivata a metà happening con un’entrata in grande stile; così continua la conferenza nazionale del Festival, in un clima conviviale e familiare, la stessa aria che si respira per le vie di Foligno nei quattro giorni dedicati al gusto made in Italy.

La parola passa poi all’Assessore Turismo e Sviluppo Economico di Foligno, Giovanni Patriarchi, contento di ospitare ancora una volta la golosa kermesse nazionale e consapevole dell’impegno che comporta un maxi festival come I Primi d’Italia, definito un unicum nel panorama italiano, perché abbraccia l’intero centro storico folignate, valorizzandone piazza, vie, monumenti e taverne. Il doveroso ricordo del terremoto del ’97 e l’importanza di ospitare I Primi d’Italia nel cuore della città anche per ripartire, decollare nuovamente, ricostruirsi nel mattone e nell’identità.

Seguono gli interventi di Chef Gianfranco Vissani e Chef Antonio Putignano, Delegato Fiduciario APCI Roma, che si concentrano, rispettivamente, sull’importanza di valorizzare l’identità e la cultura italiana, esportando qualità e tradizione senza importare troppo e guardando magari un po’ meno al modello americano (Chef Vissani) e ringraziando dell’opportunità di lavorare insieme per trasmettere cultura enogastronomica e passione (Chef Antonio Putignano), che termina il suo intervento citando l’alto standard di APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani), una garanzia in termini di qualità.

La conferenza conclude con le battute di Anna Moroni e del Presidente dell’Atletica Winner Foligno, Gianluca Mazzocchio; la prima ricorda con affetto le tante edizioni che l’hanno vista partecipare all’evento aspettando con impazienza I Primi d’Italia 2016; il secondo, che da tre anni ha stretto una partnership con I Primi d’Italia mediante l’happening “Mezza Maratona – Città di Foligno”, ne annuncia la terza edizione, che a due settimane dall’evento è già piena di partecipanti, corridori e pubblico, sicuro che il record di presenze dello scorso anno (900 atleti) sarà superato.

I PRIMI D’ITALIA 2017: CHINA CALL 2017-01-03T13:03:14+00:00

IL FESTIVAL NAZIONALE DE I PRIMI PIATTI SI CANDIDA PER UN’EDIZIONE DAL SAPORE TUTTO ORIENTALE

Se è vero che lo sviluppo economico passa per i grandi e se è vero che la Regione Umbria guarda alla Cina come sembrerebbe dal Memorandum d’Intesa sottoscritto a Shangai lo scorso 06 maggio tra la Regione Umbria e il Distretto di Changning, il Festival nazionale de I Primi d’Italia non può non essere preso in considerazione quando si parla di promozione turistica, interscambio di prodotti d’eccellenza e valorizzazione delle produzioni made-in-Italy.

“L’Umbria ha tanto da offrire in termini di eccellenza, know how e tipicità– ci spiega Aldo Amoni, Presidente di Epta Confcommercio – e quando si parla di Umbria non ci si può limitare a cioccolata e jazz, perché dopo la musica, il teatro, la danza e il cioccolato, un bel piatto di pasta può fare solo che bene, soprattutto se preparata da grandi Chef e personaggi dell’alta cucina stellata. Mens sana in corpore sano, la cultura dell’alimentazione che passa dal primo piatto, immancabile sulle tavole italiane. Primi piatti per stare bene e per gratificarci con gusto: dopo la soddisfazione dell’udito e della vista, anche il palato vuole la sua parte e, noi di Epta Confcommercio organizzatori di grandi eventi da oltre trent’anni, saremmo oltremodo felici di candidarci per un’edizione tutta orientale de I Primi d’Italia nel paese del dragone.”

E se il jazz e il cioccolato non fanno parte della cultura del Sol Levante, alcuni tra i primi piatti della tradizione italiana, come riso e spaghetti trovano strade comuni, tradizioni parallele a confronto che si incontrano sulle vie del gusto, diversamente interpretato ma ugualmente valorizzato. “Sarebbe meraviglioso ipotizzare un’edizione orientale de I Primi d’Italia, una tavola rotonda tra Umbria e Cina in tema di primi piatti; un incontro tra gusto e tradizione; ricette e storie a confronto.-  conclude il Presidente Amoni – Il nostro format piace, il Festival funziona e questa diciottesima edizione, ormai alle porte, rappresenta una conferma di maturità, un traguardo importante sul quale riflettere, insieme alla possibilità di esportare una kermesse vivace, attesa ed apprezzata dai suoi 125.000 visitatori provenienti da tutta Italia. Non dimentichiamo infine che il nostro evento è unico nel mondo e rappresenta uno dei massimi canali di esaltazione e valorizzazione del made-in-Italy, ergendosi a simbolo di italianità”.

I Primi d’Italia, con il suo successo e i suoi numeri impattanti, sembra avere dunque tutte le carte in regola per la Cina, rientrando a pieno diritto tra gli “eventi che portano benefici a un bel pezzo della nostra economia, oltre a portare grandi personaggi e artisti” in Umbria, per usare le parole dell’Assessore Fernanda Cecchini. Senza ripercorrere la storia del Festival, i nomi dell’edizione 2016 dovrebbero bastare: Chef Gianfranco Vissani, Chef Gennaro Esposito, Chef Mauro Uliassi, la foodblogger Sonia Peronaci, l’intramontabile Anna Moroni, la figlia d’arte Liliana de Curtis, la frizzante Mara Venier e poi Cinzia Leone, Antonella Elia, Vittorio Sgarbi e, direttamente da Rio 2016, l’argento olimpico Andrea Santarelli, tra i tanti… chissà che la massima disponibilità ed entusiasmo del Presidente Amoni e della sua macchina operativa, Epta Confcommercio, non riescano nell’impresa di realizzare un’edizione straordinaria dei Primi in Cina.

REPORT CONFERENZA STAMPA FOLIGNO 2016-09-29T17:18:35+00:00

Foligno, centro del mondo e Umbria giardino d’Italia, come recita lo slogan della XVIII° edizione de I Primi d’Italia (Foligno, 29 settembre-02 ottobre) e così, all’aperto sotto un bel sole si è tenuta nella mattinata di oggi, lunedì 26 settembre, la conferenza stampa della kermesse. Più che di una semplice presentazione, si è trattato di una gustosa anteprima, conclusasi a tavola con la degustazione di due primi piatti d’autore; parterre d’eccezione per i relatori: Presidente di Epta Confcommercio Aldo Amoni, Sindaco di Foligno Nando Mismetti, l’Assessore Turismo e Sviluppo Economico Giovanni Patriarchi, il Presidente della Cassa di Risparmio di Foligno Gaudenzio Bartolini, il presidente dell’Atletica Winner Gianluca Mazzocchio, la vice-presidente FELCOS Umbria, Silvia Stancati e Catiuscia Pizzoni, in rappresentanza della FIDA.

Apre le danze, con i saluti istituzionali, il Presidente Amoni, che preannuncia una diciottesima edizione davvero speciale, ricca e gustosa, grazie anche ai numerosi sponsor, partner ed enti che hanno contribuito attivamente a renderla tale; cultura e intrattenimento no-stop per far sì che il visitatore del Festival trovi sempre ampia scelta e un corposo programma di attività al suo arrivo tra libri ed arte, mostre e mercati, bon ton e galateo, musica dal vivo, cabaret e molto altro ancora.

Gli interventi degli altri relatori non fanno che confermare la ricchezza del palinsesto 2016 de I Primi d’Italia, come sottolineato dal Presidente della Cassa di Risparmio di Foligno, Bartolini, lieto del felice sposalizio tra il Festival ed il circuito degli oratori e musei “Foligno città da scoprire: antica e contemporanea”, per conoscere la Foligno di ieri e di oggi. Si passa poi alla sezione “I Primi d’Italia Junior”, finanziata e promossa dalla stessa Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno ed in collaborazione con UDS e FIDA, il baby format per imparare a preparare la pasta fresca alla scoperta della buona dieta mediterranea, con manipolazione di acqua, uova e farina in un gioco creativo per liberare l’immaginazione e dargli una forma gustosa. Una novità relativamente ai piccoli mastri pastai ce la svela Catiuscia Pizzoni della FIDA: quest’anno, oltre a tagliatelle e gnocchi, i piccoli chef della kermesse si cimenteranno anche nella preparazione delle orecchiette colorate.

La parola passa al Comune di Foligno, ben rappresentato dal sindaco Mismetti e dall’Assessore Patriarchi, che pongono l’accento sulla nuova apertura della città verso le Marche, grazie ad una viabilità più diretta e fruibile. La città di Foligno è infatti una cornice ospitante perfetta e funzionale per I Primi d’Italia, che quest’anno, più degli altri anni, verranno assaggiati dai vicini marchigiani.

E se I Primi d’Italia rappresentano un momento di convivialità, avvicinamento del pubblico all’alta cucina, un’occasione di aggregazione e gustosi momenti da passare insieme, il festival ha anche la mission di trasmettere cultura sul cibo e sul consumo consapevole; le attualissime tematiche dello sport e dello spreco alimentare saranno infatti ben presenti nell’edizione 2016: la prima con il Villaggio dello sport e la “Mezza Maratona – Città di Foligno” e la seconda con il convegno “Diritto al cibo e lotta allo spreco alimentare”, organizzato da FELCOS, Comune di Foligno ed Epta Confcommercio.

Parola dunque a Gianluca Mazzocchio dell’Atletica Winner, che si dice estremamente soddisfatto delle iscrizioni dei maratoneti, ad oggi intorno ai 1400 con un buon 45% proveniente da fuori regione: una bella soddisfazione per l’organizzazione e per il settore dell’ospitalità. Imperdibili le attività del Villaggio dello Sport per stare in forma con gusto, tra pilates, fitness, zumba e tanti giochi per i più piccoli; dedicato a tutti il seminario “Genitori a bordo pista” per trasmettere ai propri figli i principi della giusta e corretta competizione sportiva. La conferenza continua con l’intervento della vice-presidente Felcos, Silvia Stancati, che spiega in breve il grandioso progetto europeo “DON’T WASTE OUR FUTURE!”, testimoniando l’impegno profuso da FELCOS e dal Comune di Foligno nella lotta contro lo spreco alimentare. Il progetto ha infatti il suo cuore pulsante a Foligno, ma ha visto protagonisti nella lotta allo spreco anche circa 1500 studenti e 55 enti locali in 9 paesi europei. La manifestazione “I Primi d’Italia”, rappresenta quindi l’occasione perfetta per sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza sul tema, offrendo l’opportunità di guardare al cibo da un’altra angolazione. Proprio questo lo scopo del convegno previsto per venerdì 30 settembre, un importante momento che riunirà rappresentanti dei consumatori, esponenti del mondo della grande distribuzione ed esperti di educazione alimentare per discutere del ruolo della GDO nella lotta al fenomeno, ma anche le tematiche del nutrimento intelligente e della salute. Un’occasione insomma per riflettere su quanto ognuno di noi può fare per contribuire alla lotta allo spreco, diventando così un consumatore responsabile.

Chiude il sipario sulla conferenza il Presidente Amoni, sottolineando come la kermesse tutta italiana stia intraprendendo una via internazionale, con una presenza sempre più ricca di turismo straniero ed ospitando in questa edizione la stampa inglese, per un’edizione chissà dal sapore d’oltre Manica. L’accenno ad una grande sorpresa per tutti, staff organizzativo incluso; l’invito all’inaugurazione, prevista per la serata di giovedì 29 settembre e la speranza che il sole splenda su tutte le giornate della kermesse proprio come oggi; così conclude il Presidente Amoni, emozionato per questi diciottanni de I Primi d’Italia, ormai imminenti!

I PRIMI D’ITALIA PER AMATRICE 2017-01-03T13:03:14+00:00

EDIZIONE 2016 ALL’INSEGNA DELLA SOLIDARIETÀ

Sarebbe stato il cinquantesimo anniversario per Amatrice e per la sua Pasta all’Amatriciana, un grande traguardo per la città e per una delle ricette più gustose ed apprezzate al mondo tra i primi piatti.

Dal giorno del terremoto ad oggi la grande catena della solidarietà si è mossa e attivata con numerose iniziative, alcune delle quali destinate a diventare vero e proprio simbolo di unione e fratellanza; il Festival de I Primi d’Italia, da ben diciotto anni impegnato nella celebrazione dei primi piatti della tradizione nazionale, non poteva certo disinteressarsi dal disastro che ha devastato Amatrice e colpito profondamente tutti i suoi abitanti.

Visto inoltre il bellissimo rapporto creatosi tra la città e il Festival, nelle passate edizioni de I Primi d’Italia, fortemente voluto da Aldo Amoni, Presidente della società organizzatrice Epta Confcommercio, presso Piazza San Domenico sarà presente il Villaggio Amatriciana a cura di Associazione Amatriciana Qualità Italiana E Pastificio Strampelli, il cui incasso sarà parzialmente devoluto alla città di Amatrice e ai suoi abitanti.

Per quattro giorni dunque, dal 29 settembre al 02 ottobre, presso il Villaggio Amatriciana sarà degustabile l’autentica pasta laziale al costo di 8,00€; un piatto per la solidarietà, un buon mangiare che farà bene a tanti: “Ė davvero il minimo che un Festival come il nostro, legato ai primi piatti della tradizione italiana, possa fare per la cittadina laziale e per i suoi abitanti. – ci spiega il Presidente Amoni – Siamo vicini ad Amatrice, Accumoli, Arquata, Pescara del Tronto Ed alle altre zone colpite dal sisma e ci siamo uniti, a nostro modo, a questo nobile progetto solidale. Un’amatriciana per aiutare Amatrice, sedersi a tavola per sostenere la ricostruzione, un piccolo gesto personale che, se condiviso, può diventare un grande aiuto”.

A I Primi d’Italia dunque sarà servita tanta solidarietà; alcuni Chef protagonisti dell’edizione 2016, come i F.lli Serva de “La Trota” di Rivodutri (RI), sono stati svincolati dalla kermesse per poter essere vicini e di aiuto ai loro abitanti; con il Villaggio di Amatrice si spera di poter raccogliere in quattro giorni e donare quanto più possibile ai nostri vicini, un concreto e tangibile gesto di vicinanza e solidarietà, il nostro più sentito contributo a uno dei piatti più noti e rappresentativi della cultura del Belpaese in Italia e all’Estero.

UN PARTERRE SIDERALE PER CELEBRARE LA QUALITÀ MADE-IN-ITALY 2017-01-03T13:03:14+00:00

Se gli italiani hanno fama di buongustai è anche merito delle tante produzioni tipiche d’eccezione che crescono nel Bel Paese, rendendolo patria per eccellenza del gusto e del buono. Merito però anche dei grandi Chef, che precisi come scienziati e visionari come poeti, hanno saputo interpretare le materie prime facendone capolavori di gusto e raffinatezza.

Considerata oggigiorno una vera e propria forma d’arte, la cucina si erge al pari della grande musica e del cinema, sbirciando il mondo da un’ottica d’avanguardia sensoriale, con piatti che diventano sempre più esperienze di gusto.

I Primi d’Italia, da ben diciotto anni, segue l’evoluzione dell’arte culinaria, quale testimone privilegiato dell’alternarsi dei sapori e dei trend, contenitore speciale di infinite ricette e segreti dei Maestri ai fornelli. Il Festival ha contribuito all’esaltazione dell’Italia e del concetto di italianità attraverso il prodotto più rappresentativo dello Stivale: la pasta, con una manifestazione capace di promuovere a tutto tondo la cultura del primo piatto.

Ma veniamo a questa special edition 2016 (Foligno, 29 settembre-02 ottobre), che rappresenta un dolce traguardo per la kermesse dei primi piatti, che anno dopo anno è riuscita a confermarsi ed imporsi nel palinsesto nazionale dei grandi eventi: «Viviamo tutte le edizioni con lo stesso spirito e lo stesso entusiasmo – ci dice Aldo Amoni, Presidente di Epta Confcommercio – ma confesso che questi nostri diciotto li sento un’edizione più speciale del solito, e forse è giusto che sia così perché la maggiore età si festeggia sempre in grande. Ė proprio così abbiamo voluto fossero I Primi d’Italia 2016: grandi, vivaci, partecipati e memorabili; un’edizione che sancisca il nostro essere diventati “grandi”».

Grazie all’impegno profuso dal Presidente Amoni e dalla sua squadra di Epta Confcommercio, al Festival ci attende un parterre siderale con Chef del calibro di Gianfranco Vissani, Gennaro Esposito, Mauro Uliassi e i F.lli Serva, tra i tanti… Le Stelle dell’alta cucina brilleranno intensamente e saranno ben visibili, non solo nel Circuito dei Villaggi del gusto (con proposte a 3,00€ e 8,00€) per assaporare polenta e riso, pasta fresca e gluten free, tartufo e primi di mare, gnocchi e tante altre specialità da buongustai, ma anche sul palco, con cooking show gratuiti. Firmamento d’eccezione anche per il format A tavola con le Stelle, un piacere per occhi e palato per sedersi a tavola con le star della cucina italiana; imperdibili infine le degustazioni guidate di Food Experience, un connubio ben riuscito di proposte innovative ed eccellenze alimentari, protagoniste di prelibate degustazioni all’insegna dell’alta qualità; tutti i giorni appuntamento con il gusto per apprendere sfiziose ricette per una cena tra amici, idee pratiche per un menu da gustare in piedi, vedere grandi personaggi ai fornelli, imparare a riconoscere la qualità di ciò che mangiamo, riassaporare il gusto di un tempo e curiosare tra le ricette del grande Totò…

18 VOLTE “I PRIMI D’ITALIA” 2017-01-03T13:03:14+00:00

LAVORI IN CORSO PER LA SPECIAL EDITION 2016

FOLIGNO, 29 SETTEMBRE-02 OTTOBRE

Un gustoso viaggio nell’alta qualità made-in-Italy, tutta da assaporare in sfiziose ricette tra i vicoli e le piazze della bella Foligno, cornice della XVIII° edizione del Festival Nazionale I Primi d’Italia (29 settembre – 02 ottobre).

Diciotto anni di sapore, gusto e celebrità; dal lontano autunno del 1999 il Festival ne ha fatta di strada, sempre accompagnato da straordinari Chef e personaggi che hanno fatto la sua storia, contribuendo a renderlo appuntamento fisso e sempre atteso; un’esperienza completa con attività per tutti i gusti ed età, innumerevoli tentazioni e sessioni di intrattenimento per bambini, famiglie e coppie; laboratori e lezioni di alta cucina, sketch comici, live music, mostre-mercato e molto altro ancora.

“Nel frenetico mondo degli eventi, ogni edizione rappresenta un traguardo importante – ci spiega Aldo Amoni, Presidente della società organizzatrice Epta Confcommercio – ma diciotto anni non capitano tutti i giorni e per una kermesse di tiratura nazionale, significano l’essere riusciti ad imporsi e confermarsi tra i grandi eventi annuali. Sapersi rinnovare, tenere il passo con i trend, le novità e i gusti del pubblico non è mai facile, ma è un obbiettivo che riusciamo a centrare tutte le volte con i nostri I Primi d’Italia. Una gratificazione, un’occasione di convivialità, centro propulsore di cultura e goliardia dell’alta cucina su scala nazionale, I Primi d’Italia è tutto questo e molto altro; un festival che da sempre si pone la mission di avvicinare il grande pubblico alla cucina d’autore, alle produzioni d’eccellenza ed alla cultura enogastronomica italiana, valorizzando i primi piatti come simbolo di italianità e aprendo le porte a riflessioni di carattere culturale, economico, sociale, educativo e medico”.

Dedicata ad un pubblico di gourmet e appassionati, la XVIII° edizione della kermesse mette sul piatto un tripudio di qualità e prelibatezze, un parterre di Chef stellati del calibro di Gianfranco Vissani, Gennaro Esposito, Mauro Uliassi, Emanuele Mazzella e Riccardo Agostini tra i tanti, che proporranno piatti dal sapore siderale, frutto della loro sconfinata fantasia ed esperienza; sarà l’edizione delle stelle e non solo ai fornelli: tante le celebrità presenti a I Primi d’Italia 2016, tra cui la foodblogger Sonia Peronaci, l’intramontabile Anna Moroni, la figlia d’arte Liliana de Curtis, la frizzante Mara Venier e poi Cinzia Leone, Antonella Elia, Teo Teocoli, Vittorio Sgarbi, direttamente da Rio 2016 l’argento olimpico Andrea Santarelli e molti altri ancora.

Delizie e stelle dunque i protagonisti della kermesse 2016, con il circuito de I Villaggi del gusto (proposte a 3,00€ e 8,00€), gli show cooking gratuiti e le imperdibili performance sul palco e il format A tavola con le Stelle, un gradito ritorno in questa special edition 2016, per sedersi a tavola con un firmamento di produzioni d’eccezione e le Stelle Michelin dello Stivale. Gusto per il palato, eventi per la mente, attività a tutto tondo per celebrare l’alta qualità italiana. Imperdibili, infine, le degustazioni guidate delle Food Experience, un connubio ben riuscito di proposte innovative e piatti radicati nella tradizione, dove le eccellenze alimentari diventano prelibate degustazioni tematiche.

Ma I Primi d’Italia non è solo food; piacere a 360° tra I Primi d’Italia Junior, lo spazio formato bimbo per impastare tagliatelle, gnocchi e pasta colorata imparando i principi della sana alimentazione; la “Mezza maratona dei Primi” per mantenersi in forma; le presentazione di letteratura enogastronomica “Libri di Gusto” e gli spettacoli gratuiti de I Primi d’Italia show. Novità 2016, in occasione del Festival, “Foligno città da scoprire: antica e contemporanea”, un circuito tra musei ed oratori per conoscere la Foligno di ieri e di oggi; visitabili con agevolazione il percorso antico: Palazzo Trinci, l’Oratorio della Nunziatella, l’Oratorio della Misericordia, l’Oratorio del Crocifisso e la Chiesa di Santa Margherita e quello contemporaneo con il Ciac e la Calamita Cosmica.